Legge sugli sprechi alimentari e farmaceutici

Il 19 agosto 2016 è stata approvata dal Parlamento la legge 166, la quale detta "Disposizioni concernenti la donazione e la distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi". Il nuovo testo si prefigge diversi ambiziosi obiettivi, tra cui spiccano il recupero e la donazione delle eccedenze alimentari e farmaceutiche a fini di solidarietà sociale, nonché la limitazione degli impatti negativi sull'ambiente e sulle risorse naturali degli sprechi.

Legge sprechi

Leggi tutto: Legge sugli sprechi alimentari e farmaceutici

Il contratto di rete

Con la legge n. 33 del 9 aprile 2009 (di conversione del D.L. n. 5 del 10 febbraio 2009) è stato introdotto nel nostro ordinamento il contratto di rete. Questa nuova forma di associazionismo imprenditoriale su base contrattuale ha da subito attirato molta attenzione da parte degli operatori del settore e della dottrina, interesse che ha spinto il Legislatore ad intervenire più volte per apportare modifiche alla disciplina.
contratto di reteL'articolo 3, comma 4-ter, della suddetta legge recita: "Con il contratto di rete più imprenditori perseguono lo scopo di accrescere, individualmente e collettivamente, la propria capacità innovativa e la propria competitività sul mercato e a tal fine si obbligano, sulla base di un programma comune di rete, a collaborare in forme e in ambiti predeterminati attinenti all'esercizio delle proprie imprese ovvero a scambiarsi informazioni o prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o tecnologica ovvero ancora ad esercitare in comune una o più attività rientranti nell'oggetto della propria impresa". Caratteristica fondamentale di tale nuovo tipo contrattuale è dunque la presenza necessaria di uno scopo comune tra i vari membri della rete, finalizzato alla crescita della capacità innovativa e/o alla crescita della competitività.

Leggi tutto: Il contratto di rete

Le società benefit

Società benefitLa legge di stabilità per il 2016, approvata il 28 dicembre 2015, prevede l'introduzione nell'ordinamento italiano delle società benefit, che si aggiungono a quelle profit e no profit. Queste società nell'esercizio di un'attività economica hanno due scopi: in primo luogo mirano a produrre utili, in secondo luogo perseguono finalità di beneficio comune operando in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori ed altri portatori di interesse. La loro disciplina che segue il modello delle Benefit Corporations statunitensi, rientra nel paradigma della crescita smart, inclusiva e sostenibile dettato dall'unione europea e dalla dottrina sociale della Chiesa.

Leggi tutto: Le società benefit

Prestito Vitalizio

Prestito vitalizio

Prestito vitalizioNella Gazzetta Ufficiale del 16 febbraio 2016 è stato pubblicato il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 22 dicembre 2015, n. 226. Dal titolo "Regolamento recante norme in materia di disciplina del prestito vitalizio ipotecario, ai sensi dell'articolo 11-quaterdecies, comma 12-quinquies, del decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, convertito, con modificazioni, dalla legge 2 dicembre 2005, n.248, come modificato dall'articolo 1, comma 1, della legge 2 aprile 2015, n.44". La disciplina contenuta nel predetto Regolamento è divenuta operativa dal 2 marzo 2016.

Leggi tutto: Prestito Vitalizio